Riaprono le bancarelle del settore alimentare nei mercati di Lainate e frazioni

Pubblicato il 29 aprile 2020 • Emergenza

Con un’ordinanza del Sindaco del 29 aprile 2020, si concede il via libera sperimentale alla vendita di prodotti alimentari al mercato, “purché siano osservate e fatte osservare le seguenti misure di prevenzione igienico-sanitaria e di sicurezza, a cura dei comuni stessi...”, come detta l’ordinanza regionale.

Giovedì 30 aprile a Lainate e Sabato 2 maggio a Grancia, sarà garantita dunque l’apertura dei mercati scoperti di Lainate e frazioni per i soli operatori alimentari, secondo queste regole stringenti:

  • Il mercato dovrà svolgersi su una porzione di area individuata dagli Organi di Polizia Locale, tale da poter garantire la corretta gestione della sicurezza, conformemente alle prescrizioni regionali e nazionali;
  • Sono ammessi solo operatori del settore alimentare, escluse le somministrazioni;
  • L’orario di attività di vendita viene determinato nella fascia 8-13.00, con prolungamento fino alle ore 14.00 per permettere la conclusione delle operazioni in atto;
  • Sarà determinata la capienza massima di consumatori contemporaneamente presenti all’interno del mercato: il doppio del numero di posteggi presenti, secondo il razionale che per ogni bancarella possono essere presenti al massimo due clienti contemporaneamente.
  • Gli operatori commerciali dovranno posizionarsi secondo le indicazioni date dal personale di Polizia Locale, garantendo il distanziamento delle attrezzature del proprio banco di vendita di 3 metri, lineari ed in profondità, da quelle di altri operatori e non potranno essere presenti più di due operatori per ogni posteggio;
  • L’area di vendita dovrà essere perimetrata attraverso transennamento e nastro bicolore e gestiti i flussi d’entrata ed uscita attraverso idonea segnaletica interna ed esterna l’area;
  • Misurazione febbre: prevista la rilevazione da parte del personale di Protezione civile, mediante idonee strumentazioni, della temperatura corporea dei clienti, prima del loro accesso all’area di mercato, e degli operatori commerciali del mercato, inibendo l’accesso all’area a seguito di rilevazione di temperatura corporea uguale o superiore a 37,5° C, con invito a ritornare alla propria abitazione, a limitare al massimo i contatti sociali e a contattare il proprio medico curante.

A supportare la Polizia locale in questa attività ci sarà il personale di Protezione civile, della Croce Rossa e i volontari del COC – Centro Operativo Comunale nel controllo delle prescrizioni d’esercizio e di assistenza agli utenti.

I cittadini dovranno necessariamente attenersi alle prescrizioni impartite dal personale addetto al controllo nella regolamentazione dei flussi.

 

Ricordiamo, inoltre, che in base all’Ordinanza Regionale n. 532 del 24 aprile 2020:

  • è fatto obbligo agli operatori del mercato la messa a disposizione dei clienti, di idonee soluzioni idroalcoliche per le mani e di guanti “usa e getta”, quest’ultimi da utilizzarsi obbligatoriamente;
  • il rispetto, sia all’interno dell’area di mercato sia per i clienti in attesa di accesso all’area, del distanziamento interpersonale di almeno un metro e del divieto di assembramenti;
  • l’obbligo di utilizzo da parte degli operatori commerciali del mercato di mascherina a copertura di naso e bocca nonché di guanti;
  • il distanziamento di tre metri tra le attrezzature di vendita dei singoli operatori di mercato;
  • la presenza di non più di due operatori per ogni posteggio.

Previste sanzioni per chi non si attiene alle regole.

Regole apretura mercato alimentare
Allegato formato pdf
Scarica
Ordinanza 29.04.2020
Allegato formato pdf
Scarica