Regione Lombardia

Il gioco d'azzardo patologico come l'eroina o l'ecstasy?

Pubblicato il 12 marzo 2019 • Sociale Via S. Bernardo, Lainate MI, Italia

Lo scopriremo nello spettacolo teatrale All'alba Vincerò
Una iniziativa del Comune di Lainate per sensibilizzare giovani (e non solo) sul tema. Previsto l’intervento del gruppo di auto mutuo aiuto ‘Game Over’ e di esperti dell’ASST Rhodense

Il GAP - Gioco d’azzardo patologico al pari dell’eroina e di una pasticca di ecsxtasy? Si, e non solo!
Ipnotizzati dal tintinnio delle slot machines, dall’illusione del gratta e vinci, delle videolottery, dal sogno di una vincita perfetta, si finisce per dimenticare i propri sogni e le proprie ambizioni, trascurando famiglia e lavoro fino a perdere tutto. Come una droga, da cui è difficile smettere da soli. Non un vizio, ma una patologia.

E’ quello che si scoprirà durante lo spettacolo ‘All’Alba Vincerò’ che andrà in scena sabato 30 marzo, alle 20.45, presso l’auditorium del Centro Civico di Barbaiana, con Maria Antonietta Centoducati e Gianni Binelli, e musiche di Ovidio Bigi.

Tra brevi dialoghi e monologhi, tratti da storie vere di giocatori patologici, si cercherà di affrontare - in modo a volte emotivamente forte a volte leggero - il delicato tema della dipendenza patologica da gioco che ha portato in questi anni molte persone, e famiglie, a situazioni difficili e, talvolta, alla rovina.

Lo spettacolo, organizzato dal Comune di Lainate, è solo una delle iniziative inserite in percorsi di prevenzione e contrasto al gioco d'azzardo patologico, volti a creare nella popolazione e nei giovani conoscenza e consapevolezza sui rischi di quella che Regione Lombardia ha inserito fra le “dipendenze da sostanze e comportamenti da prevenire e contrastare” sui luoghi di lavoro, a scuola, nella comunità locale e a livello sanitario.

“Da una indagine pilota condotta dal Centro Studi ‘Semi di Melo’ che ha coinvolto in totale 11494 studenti appartenenti a 68 istituti secondari di secondo grado della Lombardia - cita la vicesindaco Maria Cecilia Scaldalai - e presentata lo scorso anno in Regione, è emerso che il 52% del campione con età media di 17 anni (83% minorenni) dice di aver avuto esperienze d’azzardo. Il particolare, tra i ragazzi il 9% ha "giocato" alle slot, il 6% online, il 22% alle scommesse, il 42% ai gratta e vinci. Un fenomeno quest’ultimo particolarmente preoccupante in questa fascia d'età, veicolato da un'abitudine familiare da non sottovalutare. Cercare di far conoscere il problema e sensibilizzare è quindi il nostro specifico compito”.

Gli attori Maria Antonietta Centoducati e Gianni Binelli* daranno voce a diverse tipologie di persone prigioniere del mal di GAP, non solo i “giocatori” ma anche le famiglie dei giocatori stessi, devastate da questa malattia capace di inghiottire affetti e risorse materiali. Voci che si intrecciano e si incontrano, voci che commuovono o voci ironiche e dal tono più leggero di chi ha vinto la malattia e ora aiuta gli altri ad uscirne.

Al termine dello spettacolo:
Testimonianza del gruppo di auto mutuo aiuto ‘Game Over’
Intervento di esperti della UOC Servizi Dipendenze della ASST Rhodense che informeranno sugli sportelli e attività nel territorio.

Ricordiamo che Regione Lombardia mette a disposizione un servizio gratuito di assistenza sociale, psicologica e sanitaria presso gli sportelli delle Aziende Socio Sanitarie Territoriali (ASST).

Numero Verde 800 318 318 - gratuito da rete fissa
Tel. 02 3232 3325 - da rete mobile

*La Compagnia TEATRO DEI SENTIERI - formato dagli attori Antonietta Centoducati e Gianni Binelli e dal pianista Ovidio Bigi - ha all’attivo diversi spettacoli classici che spaziano dal teatro antico al moderno e su figure femminili di rilievo come Matilde di Canossa, Anita Garibaldi e altre. Molto significativo è il lavoro che svolgono su temi di argomento civile e sociale toccando temi delicati e importanti come il Femminicidio, la Shoa, la Mafia, il disagio giovanile, il precariato, le morti sul posto di lavoro, con il recente spettacolo realizzato in collaborazione con la Bonifica di Reggio Emilia, BIANCO SPORCO, lo spettacolo/denuncia sull’ Ilva di Taranto VOCI DALLA POLVERE, lo spettacolo TERRAFERMA dedicato alle popolazioni colpite dal Terremoto del centro Italia allestito presso il Teatro Valli di Reggio Emilia e tanto altro. Per Federconsumatori, SPI e AUSER la Compagnia ha prodotto il recente spettacolo TRUFFATI! sulle truffe perpetrate ai danni dei cittadini.